Hotels Nevers

La testimone delle apparizioni della Vergine a Lourdes riposa a Nevers, tra palazzi e monumenti imponenti, spettatori di una storia remota.

Un vero gioiellino della Borgogna: Nevers, alla confluenza della Nièvre nella Loira, sulle pendici di una dolce collina, è una città che trasuda storia. Il suo nome più antico è Noviodunum, poi cambiato in Nebirnum; nel 52 a.C. fu il primo luogo preso dai ribelli Edui e nel V secolo divenne sede di un vescovado. Riconosciuta come contea all'inizio del X secolo, fu eletta ducato nel 1538 per mantenersi tale fino alla Rivoluzione francese. Strade strette e tortuose attraversano la città fino al molo; sono numerose e cariche di fascino le abitazioni storiche, costruite fra il XIV e il XVII secolo, che offrono una prospettiva seducente.

Centro assai noto per la lavorazione della ceramica, dalla fine del XVI secolo ad oggi non ha smesso di produrre articoli in maiolica (ribattezzata 'oro blu'): l'arte fu importata da Mantova, ai tempi della congiunzione dinastica fra i signori del luogo e i Gonzaga. Miscela di marna e argilla, la maiolica cotta a mille gradi diventa 'biscuit', prima di essere immersa in un bagno di smalto. Ancora oggi un manipolo di artigiani sopraffini perpetuano la tradizione della decorazione a mano.